Influenza, Regione Lombardia lancia un piano anti affollamento per i Pronto Soccorso

Quattro milioni di euro destinati per potenziare i servizi. Più posti letto, ambulanze e personale specializzato, ma anche un progetto in tutela degli anziani in collaborazione con il Pio Albergo Trivulzio

Quattro milioni di euro stanziati da Regione Lombardia per un piano anti influenzale. In questi giorni si è registrato il picco dei malanni di stagione, sono quasi raddoppiate infatti le chiamate ai numeri di emergenza e gli ospedali necessitano di più posti letto per accogliere tutti i pazienti.

Regione Lombardia però non si è fatta trovare impreparata infatti: ”Già a partire da novembre– spiega Giulio Gallera, assessore al Welfare,- abbiamo predisposto misure straordinarie per contenere le attese e i tempi di intervento. Sono 120 le ambulanze sempre a disposizione e una media di 15 posti letto in più  sono stati attivati in base alla necessità per i ricoveri in Pronto Soccorso”.

Risorse per quasi un milione e mezzo di euro sono state destinate dalla Regione alle aziende ospedaliere dell’area milanese per potenziare i servizi con l’intervento di personale specializzato sia medico che infermieristico e per aumentare il numero di prestazioni.

“Anche la disponibilità di ambulanze nell’area urbana di Milano ha registrato un aumento del 20% rispetto alla tradizionale operatività”, ha concluso l’assessore.

Attivato anche il progetto Pringe: i pazienti anziani che accedono al Pronto Socorso, una volta stabilizzati ma non in condizioni di tornare al domicilio, vengono ricoverati presso il Pio Albergo Trivulzio.

 

Raffaele Biglia

*

*

Su