Influenza, in Lombardia vaccinazione al 58,4% per gli over 65

MILANO – “Le coperture vaccinali contro l’influenza per i lombardi over 65, tutte gratuite, volano al 58,4 per cento, con un incremento di 10,8 punti rispetto alla precedente campagna: un balzo che sale addirittura del 20,9 per cento rispetto al 2016“. Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera, commentando i dati di sintesi elaborati dalle strutture regionali che saranno trasmessi al Ministero della salute nei prossimi giorni. Quota 65 è indicata dai piani di prevenzione nazionali per l’elevata presenza di fattori di rischio.

“Nella campagna antinfluenzale 2018/2019 – ha aggiunto Gallera – sono state somministrate 1.314.268 dosi di vaccino ai cittadini che hanno più di 65 anni e che rappresentano il 58,4 per cento della popolazione indicata, esattamente 2.247.703 persone”.

Nel corso della stagione 2017/2018, invece, gli over 65 vaccinati erano stati 1.061.131, pari al 47,7 per cento. “L’incremento – ha spiegato l’assessore regionale – è legato ad un nostro intervento concreto e specifico: abbiamo coinvolto la rete delle farmacie per la distribuzione delle dosi vaccinali. Questo meccanismo più semplice e diretto di approvvigionamento ha favorito l’azione dei Medici di Medicina generale che hanno affiancato i tradizionali centri vaccini”.

“I dati sono aggiornati a febbraio 2019 – ha evidenziato – e denotano un trend di crescita strutturale. Il traguardo raggiunto lo scorso anno aveva già permesso alla Lombardia di avvicinarsi alla media nazionale del 52,7 per cento, recuperando un gap precedente importante. Il 58,4 per cento attuale è certamente di buon auspicio nel confronto con le altre realtà territoriali. Lo sforzo compiuto dal 2016 ad oggi è stato davvero imponente grazie anche all’opera di informazione messa in atto”.

L’assessore Gallera ha concluso ricordando come: “Il trend di crescita nella somministrazione dei vaccini anti influenzali sia una ulteriore testimonianza dell’efficacia della cultura vaccinale, che ha portato Regione Lombardia a superare quota 95 per cento di copertura per l’Esavalente ai bambini fino ai 2 anni e a raggiungere risultati eccellenti nella campagna contro morbillo-parotite-rosolia e meningococco”

Su