Il premier Conte a Palazzo Lombardia ha visitato la mostra “Genio e Impresa. Da Leonardo e Ludovico”

MILANO – “Il genio di Leonardo interpretato in maniera molto interessante. Una mostra, davvero particolare, che merita di essere vista”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ieri sera al termine dell’incontro con il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, commentando la visita alla mostra ‘Genio e Impresa. Da Leonardo e Ludovico alle grandi storie di innovazione dei nostri giorni’, rassegna multimediale, organizzata da Assolombarda e Regione, a Palazzo Lombardia di Milano (piazza Città di Lombardia-Spazio espositivo-lato via Galvani).

Conte accolto a Palazzo Lombardia

La mostra è aperta al pubblico – con ingresso gratuito – fino al 15 settembre tutti i giorni dalle ore 11 alle ore 19 (il giovedì fino alle 22).

Il governatore Fontana accoglie il premier Conte

“Il presidente Conte – ha spiegato il governatore Fontana – è rimasto piacevolmente sorpreso dall’originalità di un’esposizione che unisce la storia alle nuove tecnologie. La Lombardia da secoli è terra vocata all’innovazione, dove è forte il binomio fra la capacità di coniugare creatività e intuizione con utilità e funzionalità. Mi auguro che già in questo primo week end di apertura siano in molti i cittadini che si recheranno a Palazzo Lombardia”. 

Sono 30 i racconti di impresa rappresentati che esplorano l’innovazione che nasce dall’incontro tra due persone attraverso un allestimento innovativo e totalmente immersivo.  In particolare, la relazione che si crea tra ‘genio’ – con competenze tecniche – e ‘imprenditore’ – con competenze manageriali. A cominciare dall’intervista immaginaria a Leonardo e Ludovico, realizzata da Pietro Marani e Paola Cordera, che apre la mostra, e alle storie di innovazione, per esempio, del Gruppo Bracco con Ernst Felder e Fulvio Bracco; Pirelli con Maurizio Boiocchi e Marco Tronchetti Provera; Ferrari Giovanni Industria Casearia con Luciano Piergiovanni e Giovanni Ferrari; STMicroelectronics con Bruno Murari e Benedetto Vigna; Fili Pari con Alice Zantedeschi e Francesca Pievani.

Un momento della visita del premier Conte

*

*

Su