Il Naviglio Grande si riempie di originalità per la Milano Design Week 2018

Oggetti utili ed estrosi che fanno dell’eterogeneità il punto di forza del concept store milanese

Un turbine di idee. Scoprire creazioni esclusive, assaporandone le storie, al di fuori dei tradizionali canali di vendita. Si tratta di Brandstorming, concept store di ricerca all’interno della caratteristica zona del Naviglio Grande di Milano. E, in occasione della Milano Design Week 2018, sono tre i diversi progetti che spaziano tra complementi d’arredo e collezioni di accessori, uniti nel segno del design artigianale e del made in Italy. Lo store ospita makers che desiderano proporre i propri progetti attraverso una vetrina in grado di valorizzarne il contenuto. La ricerca segue il fil rouge dell’artigianato di alto profilo, il recupero reinventato di materiali, la sostenibilità ambientale. Una creatività che si esprime attraverso la proposta di accessori, bijoux e borse, opere d’arte, complementi d’arredo e oggetti di design. Pezzi unici che raccontano il sapore dell’artigianalità nazionale e internazionale, il guizzo intellettuale di chi trova un’idea geniale a partire da materiali comuni, l’abilità manuale di saperla realizzare e interpretare in modo unico.

E Brandstorming ospita anche Viacorsico3, un progetto interno di autoproduzione: bicchieri, tazzine, lampade e accessori derivati dalla lavorazione del vetro, che si trasformano da semplici rifiuti a nuovi oggetti creativi. Non un semplice negozio, ma un vero e proprio progetto di comunicazione che vede alle sue spalle uno staff dedicato alla selezione delle realtà artigianali e all’organizzazione di eventi correlati. Lo store è infatti anche location di eventi d’intrattenimento legati al mondo artistico e musicale. Performance che mettono in risalto il contenitore, lo spazio, e i contenuti, gli artisti che vogliono far vivere oltre che vendere i propri prodotti. Spicca poi Laquercia 21, laboratorio umbro frullatore di idee, materiali e tecniche, presenta nuovi complementi d’arredo: tra le nuove produzioni spiccano un mobiletto Pupazzo “Cubotubo”, una poltroncina novità “Q21-Abiuno” e la maxi credenza Messalina. Legno massello, colori naturali delle tre essenze acero, rovere e noce scuro, nessuna maniglia e tanti sportelli che si aprono utilizzando le griglie. Un perfetto equilibrio di morbidezza e geometri. E, in occasione della Milano Design Week 2018, arriva anche INK., un regista e un’art director, un fratello e una sorella, esperti appassionati di grafica, fotografia, cinema e moda uniti per una linea di t‐shirt haute‐couture, 100% sartoriale, 100% Made in Italy. Tessuti siciliani di alta qualità, tagli di jersey e pizzo macramè, e una lavorazione esclusivamente artigianale, dalla cucitura all’inchiostratura.

All’interno del concept store Brandstorming, INK. presenta una capsule collection capace di trasformare il capo basic per eccellenza, la t‐shirt, in un must‐have esclusivo per qualità e stile. Arte e moda si fondono insieme in una t‐shirt che diventa una tela da indossare: ogni pezzo racconta una storia diversa attraverso le illustrazioni di tre artisti, Manuel Rebollo, Pietro Nicolaucich e Salvatore Palazzo. E infine, le collezioni ANIMAdVERTE, certificate dal Consorzio Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale. Frutto della più antica tecnica di lavorazione delle pelli, la concia al vegetale impiega tannini naturali provenienti dagli alberi, le tecnologie più moderne e il lento scorrere del tempo, nel pieno rispetto dell’uomo e dell’ambiente. La pelle conciata al vegetale assorbe le tracce del nostro vissuto, i segni del tempo e dell’uso testimoniano la naturalezza del prodotto rendendo ogni borsa un vero pezzo unico. E, in occasione della settimana del design, ANIMAdVERTE presenta la collezione Poliedrica vestita di un nuovo materiale: il sughero. La scelta di questo materiale è nata per soddisfare le esigenze di coloro che desiderano un’alternativa alla pelle, rimanendo in linea con i principi di sostenibilità che questo tessuto naturale prodotto in Italia permette di avere. La leggerezza e la possibilità di essere appiattite rendono queste borse pratiche per essere messe in valigia col minimo ingombro.

 

Alessandra Pirri

 

*

*

Su