Il “cane che fa cultura” alla libreria Bocca a Milano

Il 19-20 aprile alle ore 17, alla Galleria Vittorio Emanuele II, la rassegna “Tempo di Libri” con letture e commenti di Enrico Beruschi

Tiffany il “cane-scrittore” vuole far riflettere con poesia e garbata ironia di quel che fanno gli umani che a volte lavorano troppo e fanno “una vita da cani” o viceversa, perciò quello di Tiffany “Animal academicum” è un invito a seguirla alla Libreria “Bocca” in occasione di “Tempo di Libri” e per conoscere nuovi amici, “cani e padroni”, ecc.

Libreria Bocca nella foto di Duilio Piaggesi

Libreria Bocca. Foto di Duilio Piaggesi

Definito “Animal academicum” dal filosofo Giacomo Marramao e il “Can…ravaggio” del Terzo Millennio dal prof. Claudio Strinati, storico dell’arte, Tiffany ha un comitato scientifico d’eccezione: Giovanni Russo, scrittore; Piero Ostellino, editorialista; Masolino DʹAmico, critico letterario; Davide Rondoni, poeta; Francesco Bruno, criminologo; Nino Marazzita, libero pensatore; Carlo Giovanardi, appassionato di filatelia; promotori del percorso di Tiffany anche: Giovanni Conso, presidente onorario Accademia dei Lincei e Ferdinando Castelli, critico letterario, le cui testimonianze oggi sono impresse nei loro contributi critici.

Firmandosi “portavoce” di Tiffany, Masha Sirago si è impegnata fin dagli inizi del progetto a superare ogni ostacolo comprensorio e linguistico e a far conoscere, con il progetto “Vita da cani”, il messaggio universale di Tiffany, ovvero il “cane, il migliore amico dell’uomo e della donna”, oltre ogni dog-ma e dog-matismo. Tiffany non è né maschile né femminile e promuovendo i veri valori morali, culturali, artistici e spirituali riesce a parlare di tutto e con tutti. Il “cane che fa Cultura” da dieci anni a questa parte interpreta il tempo, attraverso l’arte, con tutte le sue contraddizioni e guarda il mondo con uno sguardo ironico e poetico volto verso la caducità dell’uomo, con i suoi pregi e difetti. Tutto questo si esprime attraverso la fotografia, la scultura, la pittura, i video, i racconti

Su