I cavalli di Leonardo invadono Milano

Le riproduzioni artistiche della maestosa statua presente all’interno dell’ippodromo di San Siro sono state collocate nei luoghi simbolo della città. Iniziativa promossa per ricordare il genio toscano, primo “designer” della storia, nel cinquecentesimo anniversario dalla sua morte

MILANO – I cavalli di Leonardo dall’Ippodromo di San Siro si sono spostati in tutta la città. Per celebrare il cinquecentesimo anniversario dalla morte del genio da Vinci (1452-1519), tredici riproduzioni di design del monumento, posto all’ingresso del centro per gli appassionati di ippica, sono rimaste per tutto aprile vicino all’”originale”. Ora che le briglie sono state sciolte queste opere artistiche uniche stanno compiendo una una pacifica “invasione” di Milano e dei suoi luoghi simbolo, dove saranno visibili fino al 30 ottobre.

L’iniziativa, promossa da Snaitech nell’ambito del Leonardo Horse Project con la curatela di Cristina Morozzi e Massimo Temporelli,  ha come obiettivo quello rendere omaggio  all’estro e il genio di Leonardo da Vinci, primo designer della storia, e far conoscere più da vicino ai cittadini, attraverso le 13 reinterpretazioni di design, il Cavallo di Leonardo, una delle statue equestri più grandi al mondo. Con l’App di realtà aumentata Leonardo Horse Project inoltre sarà possibile riviverne l’incredibile storia anche attraverso gli approfondimenti sugli studi equestri preliminari di Leonardo ed essere guidati tra le riproduzioni dislocate in città grazie alla funzione di geolocalizzazione e ai tanti contenuti disponibili, tra cui le interviste degli artisti coinvolti nel progetto.

Raffaele Biglia

Su