Giornata Nazionale Contro lo Spreco Alimentare, grande sensibilità del Comuni lombardi

Sui territori avviati importanti progetti di sensibilizzazione nelle scuole e nelle mense scolastiche

“Anci Lombardia è da anni impegnata nella lotta allo spreco alimentare attraverso campagne di sensibilizzazione dirette ad amministratori e cittadini. Grande impulso a politiche mirate è arrivato grazie ad Expo 2015 che ci ha permesso di avviare iniziative e azioni in molti Comuni lombardi. Oggi raccogliamo quella importante eredità”. Lo ha detto il presidente di Anci Lombardia Virginio Brivio in occasione della giornata nazionale contro lo spreco alimentare che si celebra oggi, martedì 5 febbraio.

“La riduzione dello spreco – ha sottolineato Virginio Brivio – è uno dei punti principali della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, in coerenza con gli obiettivi dell’Agenda 2030. Ecco perché abbiamo avviato azioni di sensibilizzazione rivolte agli amministratori perché mettano in campo politiche sostenibili. I Comuni lombardi hanno raccolto con grande determinazione la sfida e hanno avviato importanti progetti che riguardano principalmente la riduzione dei rifiuti urbani, la promozione del compostaggio domestico o l’utilizzo dell’acqua alla spina”.

 “Una parte importante delle azioni – ha aggiunto – riguarda certamente la sensibilizzazione sullo spreco alimentare in ambito scolastico, che ci porta ad affrontare il tema non solo nelle aule ma, ancora più importante, nelle mense scolastiche. Alcuni Comuni ci segnalano per esempio che hanno stipulato accordi con le ditte di ristorazione al fine di garantire alcuni pasti gratuiti al giorno, recuperati da quanto preparato ma non scodellato, a persone indigenti e segnalate dai servizi sociali, a costi simbolici a carico degli Enti. Qualcuno ci ha anche segnalato l’organizzazione di un vero e proprio ‘pronto soccorso’ quotidiano del cibo avanzato, segno che lo spreco alimentare rappresenta fortunatamente un tema di grande interesse sui territori”.

Sul tema dello spreco alimentare – ha concluso Brivio – stiamo partecipando, insieme ai principali rappresentanti della filiera, ai lavori della Consulta regionale per la promozione del diritto al cibo e il contrasto allo spreco alimentare, al fine di affrontare il problema in maniera sistematica. Nel corso dell’ultima riunione, sono stati presentati dati, obiettivi e strategie e sono state descritte possibili iniziative da mettere in atto per raggiungere le finalità previste dalla legge. Abbiamo quindi invitato i Comuni interessati ad approfondire l’argomento e a segnalarci proposte, iniziative o azioni da avviare”.

Su