Firenze, torna la serra nella piazza dei Tre Re

Anche per l’estate 2019, nel capoluogo toscano, il locale estivo tra le piante

Musica, aperitivi, cocktail e sfiziosi spuntini circondati da piante e arte, perché la città si coniughi col futuro. E venerdì 17 maggio, a Firenze in piazza dei Tre Re, si è tenuta la conferenza stampa per l’inaugurazione dell’apertura della piazzetta gestita da Serre Torrigiani, organizzazione molto attiva nella promozione di progetti eco ambientali. Per l’occasione è stata presentata, alla presenza del sindaco in carica Nardella, l’opera Flockers, di Matteo Baroni. Una sfera sospesa nel vuoto costituita da elaborati che potrebbero sembrare piccoli aeroplani come anche uno stormo di uccelli in volo. Flockers significa proprio stormo…
La cosa interessante, come ha affermato l’artista, è che questa opera si presenta come non compiuta e come presenza che offre possibilità sia dal punto di vista interpretativo che dal punto di vista progettuale. L’installazione sarà stabile nel cuore di Firenze fino al 30 di settembre e nel frattempo l’artista condurrà dei laboratori per l’evoluzione dell’opera. I detenuti della casa circondariale di Busto Arsizio “lavoreranno” con l’artista e a settembre le opere prodotte daranno integrate nell’installazione.
L’evento è stato un vero e proprio successo. Questa iniziativa è aperta a chiunque, per partecipare al progetto basterà inviare una segnalazione sul sito web www.matteobaroni.it. L’idea è quella di organizzare un vero e proprio tour per l’Italia, e alla fine sarà presentata un’opera partecipata e collettiva.
E’ importante sottolineare che Flockers è un progetto realizzato con materiali cosidetti “di scarto”, nel pieno rispetto dell’ambiente e quindi a impatto zero.

Alessandra Pirri

*

*

Su