Firenze, inaugurata There’s Something Happening Here, quando la fotografia si fa portavoce delle avanguardie

Fotografi emergenti che, con estro e originalità, esplorano il mondo circostante, mettendolo a nudo e mostrandone i lati più nascosti

Sta emergendo una nuova generazione di fotografi e di   image-maker e video-maker. Si tratta di There’s Something Happening Here, esposizione collettiva in programma da oggi 7 dicembre fino al prossimo 5 febbraio 2017 presso SNAPHOTOGRAPH, Borgo S. Apostoli 12 Firenze. Inaugurata ieri alle 18, la mostra presenta il lavoro di una nuova generazione ancora in cerca di affermazioni e di altri giovani già affermati di fotografi e video-maker.

Perché in questi tempi difficili e incerti di sconvolgimenti e dissenso su scala globale, artisti emergenti e originali ci presentano lavori elaborati e sofisticati di processi tecnici digitali. Esplorano quindi angosce, nevrosi, fragilità. I fotografi inclusi nella mostra, provengono da una vasta gamma di varie esperienze fotografiche: dalla moda allo still-life e da lavori concettualmente complessi. Nonostante la diversità dei loro background  , emergono interessi comuni, che vanno oltre i confini convenzionali della fotografia, sfidandoli e giocando con loro. E insieme, questi artisti esplorano il mondo attraverso il mezzo fotografico in modo radicale e sperimentale. Ne emerge una contorta visione, a volte apocalittica di un mondo che è scivolato dal proprio asse rivelandone qualcosa di oscuro, a volte assurdo e comico, inquietante e non ancora completamente formato.

Espongono gli artisti Lara Baladi, Miguel Calderon, Marco Gavin, Grace Ndiritu, Zhang Peng, Athi-Patra Ruga, Luca Simonetti, Cintya Soto, Paul M Smith, The Bruce New High Fountadion, Lolo Veleko.

mostra-foto-firenzemostra-foto-firenze1mostra-foto-firenze2mostra-foto-firenze3mostra-foto-firenze4mostra-foto-firenze5mostra-foto-firenze7mostra-foto-firenze8mostra-foto-firenze9

Alessandra Pirri 

Su