Feste d’estate e attrattività turistica, in Italia quasi 9 mila le imprese specializzate, +10,4% in cinque anni

Campania prima per produzione di fuochi d’artificio professionali, Lombardia per il settore dell’intrattenimento,  Sicilia  e  Campania per gli spettacoli pirotecnici

Fuochi d’artificio e feste all’aperto caratterizzano l’estate italiana in molte località turistiche. Sono impegnate in questo settore circa 9 mila imprese nazionali, +1,1% in un anno, +10,4% in cinque. Emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati registro imprese a marzo 2019, 2018 e 2014. È la Campania la prima regione per specializzazione in fabbricazione di fuochi d’artificio con una settantina di imprese. In particolare, Napoli ne conta 24, Caserta 19 e Salerno 15 su 187 nazionali. Seguono la Sicilia (30 imprese di produzione) con Catania (13) e Messina (11) e l’Abruzzo (19) con L’Aquila (8) e Chieti (6). Se però consideriamo anche le imprese che organizzano attività di intrattenimento varie, tra cui spettacoli viaggianti, giostre e allestimento di spettacoli pirotecnici, è la Lombardia a balzare in testa con 1.178 attività in totale (+0,7% rispetto al 2018, +19,4% dal 2014), seguita da Campania e Lazio con oltre mille. Tra le province, prima Roma con 850 imprese (+0,6% in un anno, +2,2% in cinque), seguita da Napoli con 494 (-1,8%, +10,3%), Milano con 432 (-0,2%, +28,2%) e Torino con 307 (-1,3%, +3%). In Lombardia dopo Milano viene Brescia con 128 (+1,4% dal 2018, +11,3% dal 2014). Seguono Bergamo (119), Cremona e Pavia (94), Varese (86), Monza Brianza (82). Business da 986 milioni all’anno in Italia, di cui 865 per il divertimento e 121 milioni per i botti, concentrato in Lazio con 474 milioni e in Lombardia con 171 milioni.

Ha dichiarato Valeria Gerli, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “L’estate è un momento centrale per l’attrattività turistica. Puntiamo sull’organizzazione di eventi per  far conoscere i territori e per migliorare l’esperienza di viaggio. Questo significa non solo concentrarsi sui viaggiatori singoli ma anche contribuire a indirizzare le scelte dei gruppi. Ai fini di un migliore soggiorno  è infatti importante orientare le scelte di visita e proporre nuovi itinerari alternativi”.

Le imprese specializzate in organizzazione di spettacoli pirotecnici. Sono circa 150 le imprese specializzate nell’organizzazione di spettacoli di fuochi pirotecnici in Italia (da una ricerca per parole chiave nell’oggetto sociale). Prime regioni Sicilia e Campania con 25 attività ciascuna: Catania con 13 è la provincia che ne registra di più, seguita da Cagliari con 9, Napoli con 8 e Caserta con 7.

Gli articoli pirotecnici italiani nel mondo valgono 41 milioni di euro l’anno, +25,4% nel 2018 rispetto all’anno precedente. Raggiungono soprattutto la Francia (32,9% del totale, +39,7%), gli Stati Uniti (12,1%, +51%), la Turchia (8,6%, -3,5%), la Russia (5,4%, +16,7%) e il Canada (5%, +36,3%). L’import invece è di 66,5 milioni (-3,5%) e viene soprattutto da Francia e Paesi Bassi. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Istat, anni 2018 e 2017.

Le iniziative a favore delle imprese nel settore turistico sono al link https://www.milomb.camcom.it/ turismo.

*

*

Su