Economia circolare: crescono le imprese ecosostenibili in Lombardia

Domani presentazione a Palazzo Turati di Milano a partire dalle 10 di un progetto di affiancamento per le aziende nella prospettiva di una economia circolare. Offerti gratuitamente percorsi formativi e check up approfonditi per l’impresa

Produrre meno rifiuti, utilizzare al meglio le materie prime, migliorare l’efficienza aziendale e incrementare i posti di lavoro, questi alcuni dei vantaggi che offre l’economia circolare in chiave ambientale. Dare una impronta ecosostenibile all’interno di un’impresa può, inoltre, aiutare a migliorare le condizioni di lavoro e la salute dei dipendenti.

Gli strumenti in ausilio per le aziende interessate a dare una svolta green sono diversi, ma non sempre conosciuti.

Domani alla Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi (via Meravigli 9/b- Milano) si svolgerà una presentazione di un progetto di affiancamento alle aziende nell’ottica di una economia circolare in collaborazione con l’Istituto di Management di Pisa con interventi, tavole rotonde e una sessione di Q&A in cui gli esperti risponderanno alle domande.

Il percorso di affiancamento offre gratuitamente strumenti di formazione, analisi e check up approfonditi in azienda ed è dedicato alle imprese del manifatturiero, in particolare dei settori metalmeccanico, legno e arredo e apparecchiature elettroniche ed elettriche, operanti nell’ambito del territorio Milano, Monza e Lodi.

In Lombardia sono quasi 2 mila le imprese che hanno ottenuto i certificati ambientali attivi a luglio 2018, seguono Veneto (1227), Emilia Romagna (989) e Piemonte (830), mentre il capoluogo lombardo si conferma anche quest’anno la città con più aziende eco d’Italia.

Secondo Guido Bardelli, membro della giunta della Camera di commercio, per realizzare un modello economico alternativo che sappia sfruttare al meglio le potenzialità dell’economia circolare, è importate promuovere un percorso informativo e formativo in grado di affiancare e supportare le aziende interessate a massimizzare la circolarità.

Raffaele Biglia

Su