È in libreria l’ultimo libro di Daniele D’Agostino, “La superficie liquida delle cose”,

È arrivato in libreria l’ultimo libro di Daniele D’Agostino  “La superficie liquida delle cose”.  Racconta la storia di Stefano un comune ragazzo del nostro meridione che lavora come cameriere in un villaggio turistico ed è costretto a convivere con il peso della scomparsa del padre fin dall’adolescenza. Questa mancanza, combinata con una vita alquanto precaria in un sud dove nulla cambia, lo porteranno ad un progressivo allontanamento dalla sua famiglia, fino all’incontro con una ragazza straniera che scombinerà il suo già delicato equilibrio di vita.
Attraverso le parole dei suoi protagonisti e il suo inconfondibile stile letterario, l’autore siciliano si dimostra un implacabile testimone del suo tempo, riuscendo a penetrare nella natura più intima dei personaggi che gireranno attorno Stefano in un viaggio che lo porterà alla scoperta delle crude realtà di chi deve assolutamente affermarsi nella vita come rivincita nei confronti delle proprie origini.
Leggendo il romanzo capiterà di riflettere, di commuoversi e anche ridere, proprio come quando si ha l’impressione che le cose accadono esattamente come a noi stessi.

Daniele D’Agostino è nato a Palermo. Appassionato di cinema, viaggi e letteratura contemporanea, ha vissuto a Parigi e a Londra; vive adesso nel sud della Francia a due passi dal confine con l’Italia. Dopo aver pubblicato diversi romanzi di formazione avvalendosi dell’editoria tradizionale, ha deciso di provare per quest’ultima opera l’avventura dell’auto pubblicazione.

Su