Diabete e malattie parodontali, un circolo “vizioso”

La parodontite è una patologia infiammatoria cronica che interessa i tessuti di supporto dei denti, ed è causata dalla flora batterica presente nella placca che si deposita attorno ai denti

Gengive sane

Si potrebbe definire un circolo vizioso il legame che unisce le gengive infiammate al diabete; se da una parte le persone diabetiche sono più predisposte allo sviluppo di malattie parodontali, a loro volta questo tipo di patologie alterano i normali livelli di glucosio nel sangue, peggiorando la condizione di chi è già diabetico o aumentando il rischio di contrarre questa malattia in persone predisposte.

La parodontite è una patologia infiammatoria cronica che interessa i tessuti di supporto dei denti, ed è causata dalla flora batterica presente nella placca che si deposita attorno ai denti. Le gengive si infiammano, apparendo più rosse e gonfie, e tendono a sanguinare più facilmente; con il progredire dell’infezione vengono danneggiati i tessuti più profondi fino ad attaccare l’osso alveolare di supporto con una conseguente perdita dei denti. Le parodontiti sono una delle complicanze cosiddette minori del diabete, ma da non trascurare; infatti lunghi periodi di iperglicemia possono danneggiare le gengive rendendole più esposte alle infezioni. Avendo un sistema immunitario alterato, i pazienti diabetici sono maggiormente esposti alla formazione di placca batterica e a contrarre infezioni.

Controllo delle infiammazioni gengivali

Le infiammazioni gengivali non sono però solamente una conseguenza dell’iperglicemia, ma possono essere anche un campanello d’allarme per un diabete latente, interferendo così nel controllo del diabete o, in alcuni casi, concorrere alla sua manifestazione. In presenza di parodontite, la flora batterica comunemente presente nella bocca può dare infatti origine a processi infiammatori, ed allo sviluppo di sostanze che causano insulino-resistenza e produzione di ormoni iperglicemizzanti.

La relazione fra diabete e parodontite è quindi di tipo bidirezionale; i pazienti diabetici presentano un’alta predisposizione alla manifestazione di infiammazioni delle gengive ed un conseguente aumento delle iperglicemie, e chi invece è affetto da parodontite grave si trova a rischio di sviluppare il diabete.

Gengive arrossate

Quindi come ribadito anche dall’Associazione italiana di parodontologia e implantologia (Sidp), durante la Giornata Mondiale del Diabete 2016, è di assoluta importanza, se si è diabetici o se viene diagnosticata questa patologia, sottoporsi ad un regolare monitoraggio dal dentista per evitare l’insorgere di parodontiti o per curarle adeguatamente; allo stesso modo qualora si soffra di una parodontite grave, perché potrebbe essere uno dei segnali di prediabete. E come sempre prendersi cura della propria bocca seguendo quelle che sono le normali regole per una buona igiene orale; spazzolare i denti dopo ogni pasto ed usare il filo interdentale, e soprattutto ispezionare la bocca prestando molta attenzione a gengive infiammate o eventuali sanguinamenti che ci dovrebbero sempre mettere in allarme.

Clicca qui per maggiori informazioni su gengive infiammate.

Su