Da edifici in disuso a location per eventi, Ninetynine lancia la sua sfida al mercato

Il ceo Mazzarelli: in Italia tanti immobili dimenticati attendono di essere riconvertiti. Anche così si combatte il degrado urbano e si crea valore per il territorio

Mille imprese coinvolte, circa 300 nuovi posti di lavoro, 11 nuove realtà imprenditoriali e un volume d’affari che porterà – entro fine anno – oltre 30 milioni di  euro alla Capitale. Ninetynine, agenzia di marketing, advertising ed eventi guidata da Simone Mazzarelli, ha presentato oggi alla Triennale di Milano, l’ambizioso progetto di “marketing degli usi temporanei”. Obiettivo: recuperare edifici in disuso per trasformarli in contenitori di eventi, capaci di generare valore per l’area urbana in cui sono inseriti.

L’intervento avrà luogo in occasione della quattordicesima edizione di Urbanpromo, la manifestazione nazionale di riferimento sulla rigenerazione urbana, organizzata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit.
Simone Mazzarelli porterà la sua testimonianza al seminario promosso dall’Università IUAV di Venezia, e in particolare da Ezio Micelli, professore di Estimo e Valutazione economica del progetto e membro del Senato Accademico di IUAV, che ha coordinato e approfondito il tema degli usi temporanei come fattore di rigenerazione urbana e di valorizzazione di beni immobili altrimenti sottoutilizzati o abbandonati.
In Italia – racconta Mazzarelli – ci sono moltissimi immobili dimenticati per via dell’evoluzione sociale e industriale in attesa di una riconversione. Gli spazi in queste condizioni possono essere considerati delle “occasioni perse” se non sfruttati poiché possono portare benefici anche durante i brevi o lunghi periodi d’inattività per molteplici motivi. Gli usi temporanei di Ninetynine, concretizzati attraverso la nuova divisione aziendale Urban Value, operano proprio durante questo periodo “transitorio”, fornendo capacità progettuali, operative e contenuti specifici diversi per ogni immobile. In questo modo garantiamo una veloce implementazione grazie all’integrazione fra marketing, promozione e gestione”.
Il Gruppo Cassa depositi e prestiti ha messo al servizio della comunità locale il proprio asset immobiliare, destinato a diventare “un nuovo pezzo di città accogliente, aperto e inserito organicamente nella Roma di oggi” – come dichiarato da Marco Sangiorgio, DG di CDP Investimenti Sgr.
La riqualificazione dell’ex Caserma Guido Reni – aggiunge Mazzarelli – è stato solo il punto di partenza di questo progetto. Grazie alla nuova divisione puntiamo a stimolare la valorizzazione immobiliare e la rigenerazione urbana con soluzioni immediate, non solo capaci di generare valore e  ricavi  nel  breve  termine  ma in grado  di riattivare  il  tessuto  sociale, combattere  il degrado urbano e richiamare acquirenti finali, grazie al marketing degli usi temporanei. Nei prossimi mesi saremo coinvolti in molte altre operazioni di recupero temporaneo in tutta Italia”.

Nella foto Simone Mazzarelli

Su