Cremona, prorogata la mostra “Genovesino. Natura e invenzione nella Pittura del Seicento a Cremona”

La mostra monografica “Genovesino. Natura e invenzione nella Pittura del Seicento a Cremona” in corso al Museo Civico Ala Ponzone verrà prorogata al 4 febbraio 2018.
Sono diversi i gruppi che si sono già prenotati per una visita guidata entro dicembre alla mostra organizzata dal Comune di Cremona e dal Comitato Monteverdi in occasione delle Celebrazioni Monteverdiane 2017. Numerose le ulteriori richieste, anche da parte delle scuole, che in questi giorni gli uffici del Comune di Cremona stanno raccogliendo. Per poter rispondere a questo crescente interesse, l’Amministrazione Comunale ha deciso la proroga dell’esposizione fino al 4 febbraio 2018.

La mostra – curata da Francesco Frangi dell’Università degli Studi di Pavia, Valerio Guazzoni, storico dell’arte e Marco Tanzi dell’Università del Salento – propone oltre cinquanta opere, in alcuni casi restaurate per l’occasione, provenienti dalle chiese del territorio lombardo al pari di importanti musei italiani  – tra cui Milano, Roma, Genova, Parma, Piacenza – e prestigiose collezioni private italiane ed estere. Una vera e propria riscoperta di Luigi Miradori, pittore genovese ma cremonese di adozione, fortemente influenzato dalla pittura di Caravaggio, autore di scene scure considerate tutt’oggi tra le interpretazioni più intense e originali della pittura del Seicento.

Genovesino Santa Cecilia con due angeli musicanti (e un serafino

Genovesino Sacrificio di Isacco

Genovesino Suonatrice di liuto.

Genovesino Riposo nella fuga in Egitto

Genovesino Ritratto di gentiluomo

Genovesino Nascita della Vergine

*

*

Su