Cosmopolitan Beauty & Run: 5 consigli per chi vuole iniziare a correre

Questo sabato si è svolta, in uno dei parchi più belli di Milano, la corsa non competitiva Cosmopolitan Beauty & Body Run. Un percorso di 8 km dove tutti i partecipanti si sono immersi nel rigoglioso verde della splendida cornice che la città custodisce: Parco Sempione.

Il via alla run è stato dato all’Arena che, per il secondo anno, ha ospitato Cosmopolitan e i suoi numerosi partner per il pre e post gara. Sono state moltissime le adesioni. E come in tutte le corse non competitive c’era chi correva per arrivare primo e chi per rimanere in forma o per stare con gli amici.

Ma cosa deve fare un principiante per iniziare a correre? “Con un allenamento costante – spiega Giulia Zambelli, giornalista e fitness trainer – nessuno si alza la mattina e chiude 10 km da un giorno con l’altro, battendo Bolt nel suo record del mondo! Ecco perché anche nella corsa bisogna mettere impegno”.

PARTIRE DIVIDENDO IL PERCORSO E INTERVALLANDO LA CORSA CON LA CAMMINATA

Ad esempio, se vuole iniziare con una run di 3 km si può dividere in tratti da 500 metri. Il primo tratto si esegue di corsa mentre il secondo camminando, il terzo si torna a correre e così via…

Così facendo non si andrà ad eseguire una lunga distanza già da subito, stressando il fisico e perdendo la motivazione. Con il tempo si potrà allungare le sezioni in cui correre e ridurre quelle in cui si cammina. Aumentando gli intervalli di corsa ogni volta, si riuscirà a correre l’intera distanza senza aver bisogno di fare pause.

NON PARTIRE CON UN RITMO TROPPO ELEVATO

Spesso i principianti iniziano a correre troppo velocemente e l’unica conseguenza a cui vanno incontro è la frustrazione, l’affaticamento, i dolori e nel peggiore dei casi gli infortuni.

Il corpo ha bisogno di allenamento per performare bene e di tempo per abituarsi allo stress e agli sforzi provocati dalla corsa.

Durante il primo allenamento bisogna correre a un ritmo blando e mantenere il ritmo per tutta la distanza.

Se il corpo si abitua gradualmente, i risultati saranno più duraturi.

DARE AL CORPO IL GIUSTO TEMPO DI RECUPERO

La prima corsa è andata bene e si vorrebbe subito farne un’altra? Benissimo. Ma bisogna aspettare un giorno prima di fare un altro allenamento, perché il corpo ha bisogno di riposare per preparare i muscoli e le ossa alla prossima corsa.

Programmare gli allenamenti aiuta a rimanere motivati e concentrati.

NON SCORAGGIARSI DA I DOLORI

Un dolore tipico che si presenta durante la corsa è quello al fianco, se fa male e non si placa bisogna prendere una pausa e camminare respirando con calma. Senza riprendere la corsa se il dolore non è passato del tutto.

Un consiglio utile è quello di non mangiare niente di solido nelle due ore precedenti la corsa e di bere a piccole quantità. Con il tempo il dolore non si presenterà più ma anche in questo caso ci vuole allenamento.

TAKE CARE OF YOU

La corsa è un allenamento total body e la parte più coinvolta nei movimenti è il core, la parte centrale del nostro corpo. Subito dopo arrivano le braccia e le gambe. Per correre bene c’è bisogno di una buona stabilità e un core forte per migliorare le performance ed evitare gli infortuni. Ecco perché è buona regola intervallare la corsa a una bella sessione di addominali o di gambe. Così da migliorare le prestazioni della corsa.

Il corpo ama la varietà, fare diversi tipi di sport riduce gli effetti negativi della corsa, tiene lontana la noia e aumenta la motivazione.

Nella foto Giiulia Zambelli e la manifestazione di domenica

*

*

Su