Cortina 2021 si presenta a Milano, sognando le Olimpiadi 2026

Una serata alla Triennale con il presidente di Fondazione Cortina 2021 Alessandro Benetton e i sindaci di Milano e Cortina, Beppe Sala e Gianpietro Ghedina

MILANO – Si è svolto alla Triennale di Milano un incontro di presentazione dei Campionati del Mondo di Sci Alpino 2021, con lo sguardo orientato alla candidatura di Milano-Cortina ai Giochi Olimpici Invernali del 2026.

L’appuntamento, moderato da Luca Ubaldeschi, ha visto dialogare Giuseppe Sala, sindaco di Milano, Gianpietro Ghedina, sindaco di Cortina d’Ampezzo, e Alessandro Benetton, presidente di Fondazione Cortina 2021.

Una serata per illustrare ai media il grande lavoro che si sta facendo a Cortina per preparare al meglio i Campionati del Mondo di Sci del 2021 che rappresentano al momento il più importante evento sportivo organizzato in Italia nei prossimi anni.

Iniziando il suo intervento, Alessandro Benetton ha voluto ricordare i numeri dell’appuntamento iridato: undici giorni di gare maschili e femminili di discesa, super G, gigante, slalom e, per la prima volta, di parallelo individuale, che porteranno a Cortina oltre 600 atleti da 70 nazioni, pronti ad aggiudicarsi gli 11 titoli mondiali in palio. Sono attese 6.000 persone tra addetti ai lavori, volontari, tecnici, preparatori atletici, skimen e dirigenti e 150 mila spettatori.

“Sarà un’occasione per Cortina, il Veneto e sicuramente per tutta l’Italia. Abbiamo voluto impostare un lavoro basato sulla sostenibilità, sui giovani, sul futuro e sul coinvolgimento del territorio. Anche alla luce di quello che è recentemente successo con il maltempo, la sostenibilità è davvero il driver strategico per costruire il domani. A questo criterio ci siamo attenuti anche per realizzare le nuove piste che testeremo nelle prossime settimane e per disegnare il nuovo arrivo di Rumerlo che darà vita ad un nuovo paesaggio. Riusciremo a sorprendere tutti, la nostra eredità sarà fondamentale per la tappa successiva che mi auguro saranno le Olimpiadi!”

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala si è soffermato sulle prospettive di ottenere le Olimpiadi 2026 che reputa buone: “La nostra proposta è fortemente innovativa e molto in linea con le linee del CIO, con pochi investimenti e rispettose dal punto di vista ambientale. Possiamo mettere in campo la capacità di una grande città internazionale come Milano con un luogo iconico come Cortina. E poi, permettetemi: io sono un maniaco dello sci. È un paio d’anni che non scio, sarò a Cortina dal 31 notte: ho una voglia folle di andare a sciare.”

Il sindaco di Cortina d’Ampezzo Gianpietro Ghedina ha scelto la metafora per commentare un binomio a suo dire fantastico per la corsa Olimpica: “Noi siamo la poesia, Milano è la prosa. Montagna e città, due realtà complementari. Ma stasera siamo qui per dirvi tutto il nostro impegno a lavorare per un grande Mondiale di Sci nel 2021, il punto di partenza di tutto questo processo. Ci stiamo attrezzando anche come località: oltre 15 hotel hanno in corso lavori di forte ristrutturazione mentre 2 alberghi sorgeranno del tutto nuovi per i Mondiali. Aspetto tutti a gennaio quando con la Coppa del Mondo Femminile testeremo nuova pista e arrivo.”

In chiusura, Alessandro Benetton ha voluto ringraziare tutti i partner del progetto Cortina 2021 che stanno attivamente supportando la costruzione del Mondiale, e specialmente i due nuovi arrivati Leitner e Gruppo Tecnica.

*

*

Su