“Corsa contro la fame”, raccolta fondi contro la malnutrizione

Domani Martedì 14 maggio per la Lombardia correranno gli alunni del Liceo Statale "Erasmo da Rotterdam"  di Sesto S.Giovanni

Torna domani per la quinta volta l’edizione italiana della “Corsa contro la fame” e Sesto S. Giovanni rappresenterà la Lombardia, un evento didattico, sportivo e solidale pensato da Azione contro la Fame per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado e delle superiori. Nello specifico saranno 200 gli alunni di 10 classi del Liceo Statale “Erasmo da Rotterdam” che si impegneranno martedì nel comune obiettivo di costruire un mondo libero dalla Fame e di raccogliere fondi  per Azione contro la Fame (www.azionecontrolafame.it), organizzazione da 40 anni in lotta contro la fame e la malnutrizione infantile in 50 Paesi.  Va ricordato che i ragazzi si avvicinano alle tematiche della malnutrizione attraverso un percorso di quattro tappe, affiancati da docenti e dagli operatori ACF, che li responsabilizza. Le tappe includono, la visione di filmati, dove viene mostrato ai ragazzi cosa significa avere 12 anni e confrontarsi quotidianamente con situazioni di povertà e malnutrizione. E’ consegnato a ogni ragazzo il “Passaporto Solidale”, strumento chiave del progetto, con il quale ogni ragazzo ha la missione di coinvolgere altre persone. La terza tappa prevede da parte di ogni scuola l’organizzazione della corsa in primavera, secondo le esigenze di spazi e percorsi a disposizione.

Passaporto Solidale

Azione contro la Fame fornisce tutta la consulenza e i materiali necessari: pettorine, frecce, striscioni, etc. In ultimo, nei giorni successivi alla corsa i ragazzi potranno andare a raccogliere le donazioni, il ricavato con i progetti di Azione contro la Fame servirà alla lotta contro la malnutrizione. Complessivamente, quest’anno nel Bel Paese, dall’8 maggio correranno 77.000 ragazzi di 303 scuole  per raccogliere fondi da destinare alla cura e alla prevenzione della malnutrizione infantile. Secondo Simone Garroni, D.G. di Azione contro la Fame in Italia: “Nelle scorse edizioni abbiamo notato che i ragazzi rimangono molto colpiti dal nostro lavoro e ci fanno moltissime domande a riguardo. Iniziative come la Corsa sono importanti anche per questa ragione: far capire alle nuove generazioni che possono davvero fare la differenza, anche abitando dalla parte opposta del mondo”.

Manuelita Lupo

*

*

Su