Contro ogni razzismo a Settimo Milanese 3ª edizione di “Dialogo tra le culture” 

Stefania Rocca

Per il terzo anno consecutivo torna, a Settimo Milanese (Mi), “Dialogo tra le culture”, ciclo di appuntamenti, incontri, eventi e spettacoli in programma dal 16 al 24 marzo per favorire l’integrazione e combattere ogni forma di razzismo. L’iniziativa, nata per volontà del Comune di Settimo Milanese, con il coordinamento di AH-UM  e la collaborazione di molte associazioni del territorio come Pro Loco, Semeion Teatro, #Oltreiperimetri, Associazione Bisanzio e Comitato soci Coop, vuole stimolare la discussione e il confronto su tematiche complesse e di stringente attualità come i flussi migratori, le politiche di integrazione e quelle di accoglienza, interrogandosi al tempo stesso sui crescenti fenomeni di intolleranza e discriminazione che stanno attecchendo nelle nostre comunità.

Mirko Signorile

Il momento-clou della manifestazione è in programma martedì 19 marzo nell’auditorium comunale di Settimo Milanese, quando andrà in scena lo spettacolo “Preghiera in mare” (via A. Grandi 12; ore 20.30; ingresso libero fino a esaurimento posti): protagonisti Stefania Rocca, una delle attrici più amate dal pubblico italiano, e i jazzisti Raffaele Casarano (sassofoni) e Mirko Signorile (pianoforte), nomi di primo piano della scena nazionale.

Raffaele Casarano, ph Roberto Cifarelli

Contaminazione, condivisione, accoglienza, abbraccio. La cultura a fare da ponte, a sorreggere idee e visioni, raccolte da un filo rosso che riunisce parola, musica, letteratura e cinema e restituisce passione, vita. “Preghiera in mare” è uno spettacolo essenziale: un palcoscenico spoglio, una sedia, un leggio, qualche microfono, un pianoforte, i sassofoni e alcune immagini proiettate su uno schermo. Non è teatro, ma è anche teatro, non è un concerto, ma è anche un concerto, un luogo dove vengono fuori voci, musica e parole, senza sovrapposizioni ma in completa compenetrazione. I testi attorno ai quali lo spettacolo si sviluppa sono diversi e riguardano il tema dei migranti e della libertà dell’uomo, con un particolare sguardo alla condizione femminile. “Preghiera in mare” è un racconto delicato e dalle emozioni intense, che non si limita a trasmettere e a mettere in scena testi di autori noti, ma stimola la conoscenza e la curiosità del pubblico, attraverso il canto, la musica e le parole.

Su