Consegnati i premi ‘Lombardia è Ricerca’, Gerry Scotti nominato ambasciatore

Al Teatro alla Scala di Milano premiati i professori Michele De Luca, Graziella Pellegrini e il chirurgo tedesco Tobias Hirsch

Il governatore Attilio Fontana in un momento della premiazione

MILANO – Gerry Scotti è l’ambasciatore per la Ricerca della Regione Lombardia. La nomina è stata ufficializzata al Teatro alla Scala di Milano dal vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala in occasione della cerimonia di consegna del Premio ‘Lombardia è ricerca’ che assegna 1 milione di euro alla migliore scoperta  scientifica nell’ambito delle Scienze della Vita, quest’anno dedicato alla medicina di precisione.

Ringrazio Gerry Scotti per aver accettato la nostra proposta – ha sottolineato il vicepresidente Sala, – so che da molti anni è impegnato nella Ricerca e, per questo, ha deciso di unirsi a noi con l’obiettivo di contaminare il territorio. Lui sa parlare al cuore delle persone. Partiremo dai ragazzi e con Gerry faremo un tour per promuovere i valori e la cultura scientifica a cominciare dalle scuole”.

Attilio Fontana durante il suo intervento

“È un ‘fulmine a ciel sereno – ha commentato con ironia il noto conduttore televisivo – non vorrei dire una tegola perché il Palazzo Lombardia è molto alto e correrei il rischio di rimanerci secco. A parte le battute gli amici della Regione hanno scoperto lo scorso anno il mio impegno personale che continuerà ad esserci a favore della Ricerca, l’adozione di giovani ricercatori e cercare di trattenerli in Italia evitando siano costretti a trovare lavoro all’estero. Mi hanno colpito molto positivamente i dati di Regione Lombardia che mi sono stati forniti su start up e ricercatori e, da personaggio pubblico, posso offrire il mio contributo parlandone alla gente. E’ un sistema virtuoso che va acceso e tenuto acceso in un’Italia che ama molto lamentarsi, spesso a ragione. Quando abbiamo cose belle di cui vantarci possiamo andare in giro a dirlo a tutti”

Fabrizio Sala e Jerry Scotti

Alla cerimonia di consegna è intervenuto anche il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana che ha sottolineato: “Quella di oggi è una giornata importante per Regione Lombardia perché ricordiamo il professor Umberto Veronesi, un visionario che ha fatto della promozione della ricerca medica scientifica l’obiettivo principale della sua carriera, dando lustro alla nostra regione, al nostro Paese, e al mondo intero. Un grande uomo di cui noi lombardi siamo orgogliosi che ha ispirato il Premio con il quale Regione Lombardia sostiene la ricerca e l’innovazione per aiutare altri visionari come luiLa Lombardia è terra di ricerca – ha proseguito il presidente – ricca di giovani studenti eccellenti e geniali. Con il premio di 1 milione di euro Regione vuole dare un’opportunità in più a questi studiosi, affinché la Lombardia sia sempre all’avanguardia in questo campo, perché attraverso la ricerca si guarda veramente al futuro”.

Il Premio ‘Lombardia è ricerca’ che assegna 1 milione di euro alla migliore scoperta scientifica nell’ambito delle Scienze della Vita, quest’anno dedicato alla medicina di precisione.

Il Premio ‘Lombardia è Ricerca’ è stato consegnato ai professori Michele De Luca, Graziella Pellegrini e il chirurgo tedesco Tobias Hirsch. Il team italo-tedesco ha convinto la giuria, presieduta dal professore Giuseppe Remuzzi, per la terapia genica ex-vivo per la cura dell’Epidermolisi Bollosa o ‘Sindrome dei Bambini Farfalla’, di cui sono pionieri nel mondo.

Attilio Fontana

All’evento hanno partecipato oltre al vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala, l’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro Melania Rizzoli e il sottosegretario alla Presidenza con delega ai rapporti con le delegazioni internazionali.

Nella foto in alto da sinistra Graziella Pellegrini, Tobias Hirsch, Fabrizio Sala, Gerry Scotti e Michele De Luca

*

*

Su