Consegnate dalla Fondazione Umberto Veronesi borse di studio a cinque ricercatori

I ricercatori sostenuti da Citrus sono: Loretta Coretti, Sergio Occhipinti, Benedetta Raspini, Tiziana Schioppa e Laura Simoni

MILANO – La Fondazione Umberto Veronesi ha consegnato oggi a Milano delle borse di ricerca annuali a 188 tra medici e ricercatori, 5 delle quali sono state finanziate da “Citrus – l’Orto Italiano”, azienda ortofrutticola di Cesena che da anni sostiene la Fondazione Umberto Veronesi. Citrus ha coinvolto i consumatori nell’operazione comunicando nei supermercati che parte dei ricavi sarebbe stata destinata alla ricerca scientifica, rendendoli così consapevoli protagonisti.
I ricercatori sostenuti da Citrus sono:
Lorena Coretti. Obiettivo del suo studio è caratterizzare come mutazioni in specifici geni possano influenzare l’asse microbiota-intestino-cervello e la manifestazione di autismo ed epilessia. Il progetto sarà sviluppato nell’Università di Malta.
Sergio Occhipinti. Identificazione di nuovi marcatori di presenza e aggressività del tumore alla prostata misurabili dalle urine e più precisi del PSA. Il progetto si svilupperà presso l’Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino.
Benedetta Raspini. Analizzerà gli effetti dello stile di vita materno e del tipo di allattamento e svezzamento sulla composizione della microflora batterica del figlio nel primo anno di vita. Il progetto sarà sviluppato nell’Università degli Studi di Pavia.
Tiziana Schioppa. Comprensione dei meccanismi per cui i livelli di piccole molecole dette chemochine, con probabile funzione antitumorale, diminuiscono nel tumore del colon. Il progetto sarà sviluppato presso l’Università degli Studi di Brescia.
Laura Simoni. Sviluppare piante ingegnerizzate in grado di produrre maggiori quantità di ossilipina e verificare gli effetti protettivi di estratti vegetali sulle cellule neurologiche. Il progetto sarà sviluppato nell’Università degli Studi di Milano.
Citrus in 3 anni di attività è riuscita a finanziare un totale di 8 borse di ricerca, per un valore di 240 mila euro.

“Siamo una azienda giovane, che ha collaborato fin da subito con la Fondazione Umberto Veronesi – ha dichiarato Marianna Palella, 25enne AD di ‘Citrus – L’Orto italiano’ – perché crediamo nell’azione civile di coinvolgere aziende e cittadini nell’impegno costante della ricerca scientifica. Avendo sollecitato l’aiuto dei consumatori, riteniamo doveroso comunicare in grande trasparenza i nomi e le ricerche dei borsisti da noi sostenuti”.

Citrus e Fondazione Umberto Veronesi stanno per lanciare in aprile la seconda edizione del progetto “I Limoni per la Ricerca” che conta di dare ulteriore slancio a questa attività di sostegno. Un’azione che è nelle corde dell’azienda di Cesena nata con l’intento di riscoprire e valorizzare agrumi, frutta, verdura ed erbe aromatiche del territorio, come il bergamotto, il verdello (limone siciliano estivo) ed altri, selezionati per le loro proprietà salutistiche e di prevenzione a tavola.

Su