Comunicazione: convegno a Trieste perché le parole sono pietre che possono lapidare…

Il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Carlo Verna 

Ostilità in rete: le parole sono un ponte … è questo il filo conduttore di Parole O_Stili 2018 l’appuntamento annuale che vede riuniti a Trieste oltre 1000 esperti della rete: giornalisti, manager, politici, comunicatori e professionisti provenienti da tutta Italia legati dalla volontà di promuovere un dialogo per contestare il linguaggio dell’odio in rete. Un linguaggio molto spesso aggressivo, cattivo e le parole, si sa, possono offendere, calunniare,  distruggere. L’avvento del web e dei social ha aumentato la cascata di informazioni a volte non corrette se non addirittura false che vengono prese subito per vere e condivise. Parole O_Stili, la prima community in Italia contro la violenza, è nata da un’intuizione della fondatrice Rosy Russo, nel febbraio 2017 con il lancio del Manifesto della comunicazione non ostile. Una duplice volontà : rendere la Rete un luogo migliore meno violento, più rispettoso e responsabilizzare ed educare gli utenti a praticare forme di comunicazione non ostile.

Un momento del convegno

Dieci tavole rotonde in cui si è parlato di giornalismo, politica internazionale, dal business alle PA, dalle fake news, alla disinformazione e formazione cui hanno partecipato la scrittrice  Michela Murgia, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Italiani, Carlo Verna, la senatrice Valeria Fedeli, Agnese Moro. Lercio oltre a tantissimi comunicatori di importantissime aziende italiane e straniere..una lista lunghissima di nomi che a partire da professioni, esperienze e ambiti diverse hanno dialogato e riflettuto sul l’importanza del linguaggio e delle parole.

Le parole sono pietre che possono lapidare…e allora bisogna cambiare  questo linguaggio fatto di odio che non contribuisce a formare ponti, informare senza paura, farsi portatori di un messaggio di sensibilizzazione  su come usare il linguaggio in Rete. E su questo il giornalismo deve tornare a essere un baluardo del rispetto e del corretto uso delle parole.

Eliana De Giacomi

Su