Commissione Sanità Regione Lombardia, chiesta l’apertura notturna del Pronto Soccorso dell’ospedale di Abbiategrasso

MILANO – Il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Abbiategrasso deve riaprire anche nelle ore notturne dalle 20 alle 8. Lo chiede la mozione approvata all’unanimità questa mattina in Commissione Sanità che invita la Giunta regionale ad attivarsi al più presto in tal senso. Il documento invita inoltre la Giunta a “garantire la sicurezza dei pazienti con personale adeguato” e, come da emendamento di Paola Macchi (M5Stelle) integrato da Alessandro Colucci (Lombardia Popolare) anche a “mantenere e potenziare i servizi e le prestazioni attualmente erogate dal presidio ospedaliero”.

“La Commissione ha svolto un lavoro serio e scrupoloso –ha detto il presidente Fabio Rolfi (Lega Nord)- e oggi ha espresso all’unanimità un voto consapevole frutto di numerose audizioni, incontri tecnici e normativi e di un sopralluogo sul posto tenutosi lunedì scorso. Dal territorio è emersa chiara e forte la volontà di poter contare su un ospedale che garantisca all’intera comunità un servizio in totale sicurezza e piena funzionalità. Confido che ora la Giunta possa dare seguito in tempi rapidi al voto di oggi della Commissione, nel rispetto dell’attuazione della riforma sociosanitaria”.

La recente visita della Commissione Sanità di Regione Lombardia al Pronto Soccorso di Abbiategrasso

“L’ospedale di Abbiategrasso con i suoi 181 posti letto è un punto di riferimento imprescindibile per l’intera area che comprende 15 Comuni e serve quasi 115mila abitanti – ha sottolineato il primo firmatario e relatore della mozione Fabio Altitonante (Forza Italia) – e l’apertura notturna del Pronto Soccorso è indispensabile, tenendo conto anche che i tempi di percorrenza per raggiungere il pronto soccorso più vicino presso il presidio di Magenta spesso sono superiori alla mezzora. Per il funzionamento del Pronto Soccorso in orario notturno – ha concluso Altitonante– sarebbe sufficiente la presenza del medico rianimatore 24 ore su 24, che in ogni caso è comunque indispensabile per i pazienti ricoverati”.

Nel corso del dibattito sono intervenuti i consiglieri regionali Alessandro Colucci (Lombardia Popolare), Riccardo De Corato (Fratelli d’Italia), Carlo Borghetti e Gianantonio Girelli (PD), Michele Busi (Patto Civico) e Paola Macchi (M5Stelle), tutti d’accordo sulla necessità di riaprire al più presto un servizio fondamentale per il territorio, auspicando anche un definitivo e chiaro pronunciamento da parte dell’Assessore regionale al Welfare Giulio Gallera.
L’Ospedale “Cantù” di Abbiategrasso è un’eccellenza lombarda per la cura del “piede diabetico” ed è specializzato nella diagnosi e nel trattamento precoce delle malattie oculari acute: all’ospedale fa riferimento una rete territoriale di diverse Residenze Sanitarie Asssistenziali (RSA) per un totale di circa 400 posti letto. Negli ultimi anni sono stati finanziati presso l’ospedale interventi di edilizia sanitaria e installazioni di nuovi strumenti tecnologici per un valore di oltre 30 milioni di euro.
Con l’obiettivo di sollecitare l’apertura del Pronto Soccorso in orario notturno, soppressa nel dicembre dello scorso anno, è stata presentata e depositata anche una petizione sottoscritta da oltre 11mila cittadini.

*

*

Su