Come star bene con se stesse, evento gratuito di esercizi di coaching

Giovedì 17 maggio ore 18 alla Sala Arazzi del Museo D’Arte e Scienza di via Quintino Sella 4, a Milano, un corso alle donne  che hanno già dato

La Sala Arazzi del Museo D’Arte e Scienza di via Quintino Sella 4, a Milano, cambia abito per un’occasione speciale in collaborazione con  l’Erboristeria Madre Terra di Milano. Giovedì 17 maggio ore 18.00, evento gratuito, per imparare a liberarsi da ciò che non si vuole più e da ciò che si vuole migliorare per imparare a stare bene riprendendosi il proprio tempo. Alcuni esercizi di coaching, e non solo, vi porteranno a scegliere cosa tenere e cosa lasciare nella nostra vita reale e digitale. Uno zaino mentale e fisico da svuotare e un carrello della spesa da riempire con ciò che è salutare.

Erika Spaggiari, biologa nutrizionista, Caterina Lazzarini, life coach e giornalista scientifica, ci condurranno in questo processo di alleggerimento fisico e mentale aiutandoci a riempire un immaginario “carrello della spesa” e un ipotetico “zaino di sopravvivenza” con alcuni consigli mirati e immediati.

Caterina Lazzarini, dopo aver frequentato il corso triennale in Counselling del Centro Milanese di Terapia della Famiglia a Milano, un Master in Coaching e il Master in Coaching al femminile di Accademia della Felicità, oltre a diversi workshop di crescita personale e un’esperienza di cammino verso Santiago di Compostela è diventata la Coach per donne che hanno già dato: “Oggi cammino e faccio camminare le donne sui sentieri della vita. In questo incontro parleremo di cosa è il decluttering, come si può applicare alle diverse aree della nostra vita, agli oggetti e anche alle relazioni in modo da fare spazio a nuove possibilità e avventure”.

Erika Spaggiari, laureata alla facoltà di Scienze Biologiche dell’Università degli Studi di Modena, dal 2011 collabora con l’azienda Ibersan – Santiveri per il programma del Metodo 3M e con l’Associazione La Melagrana c/o CORE di Reggio Emilia (Centro Onco-Ematologico) per l’organizzazione di convegni, corsi di cucina per pazienti oncologici e attività di divulgazione scientifica. “I ritmi di vita sempre più stressanti e portano il nostro organismo a un sovraccarico di tossine sia mentali sia fisiche che rallentano tutte le nostre funzioni corporee e ci appesantiscono di una zavorra che può diventare nel tempo difficile da gestire: infiammazioni più o meno manifeste, calo dell’umore e delle energie, insoddisfazione verso se stessi possono essere solo alcune delle manifestazioni di un bisogno di detossicazione del nostro organismo. Un’alimentazione poco attenta e atteggiamenti mentali scorretti possono addirittura peggiorare la situazione ed è quindi importante sapere come fronteggiare tutto ciò con alcuni semplici accorgimenti”.

 

*

*

Su