Centrum Sete Sois Sete Luas, il presidente della Repubblica di Capo Verde ospite d’onore

Venerdì si festeggerà il decimo anniversario dello spazio culturale di Pontedera inaugurato dallo scrittore Josè Saramago. Il capo di stato del paese africano presenterà il suo libro “L’albergo spagnolo”

Un capo di stato per festeggiare il decimo anniversario del Centrum Sete Sois Sete Luas di Pontedera (PI). Veicolare cultura, creare collegamenti tra mondi diversi attraverso l’arte questo l’obiettivo dello spazio inaugurato nel 2009 dal celebre scrittore portoghese José Saramago (1922- 2010).

In occasione di questa importate ricorrenza il Centrum (viale Rinaldo Piaggio 82)  avrà l’onore di ospitare venerdì a partire dalle 19  il Presidente della Repubblica di Capo Verde, nonché presidente onorario del Festival Sete Sóis Sete Luas, Jorge Carlos Fonseca.

Capo Verde da sempre fa parte delle trentasei città con cui il festival collabora, oltre ad essere culla di cinque Centrum Sete Sóis Sete Luas, centri di arte contemporanea. Un modo quindi per suggellare il sodalizio tra il festival e il paese creolo e per far conoscere al Presidente i meravigliosi luoghi della Valdera, luogo natale del Festival Sete Sóis Sete Luas.

I festeggiamenti inizieranno con la presentazione dell’edizione italiana del libro “L’albergo spagnolo” di Jorge Carlos Fonseca. Un momento di dibattito in cui il Presidente della Repubblica sarà protagonista.

La serata proseguirà con l’inaugurazione della mostra collettiva dei pittori capoverdiani Eduardo Bentub, Adilio Felsing, Jairson Lima, Tutu Sousa e si concluderà con il concerto della Maio 7Luas Band,  gruppo capoverdiano formata da cinque prestigiosi musicisti di Maio, una delle isole più periferiche dell’arcipelago di Capo Verde e il grande batterista portoghese André Sousa Machado. Il repertorio del gruppo riprende la tradizione musicale di Maio, usando il creolo, che dà alle canzoni un’emozione speciale. I musicisti, Tote Xinoca, voce e cavaquinho, Tó, basso, Mauro, piano e cavaquinho, e Nuno, chitarra, sono stati diretti dai maestri portoghesi José Peixoto e José Barros nell’ambito del progetto di cooperazione internazionale promosso dal Festival SSSL.

Una grande festa, ad ingresso libero,  per celebrare un luogo di arte in cui la musica e le arti plastiche, si fanno promotrici della conoscenza e dello scambio fluido delle tradizioni culturali delle trentasei città dei 10 Paesi – Brasile, Capo Verde, Croazia,  Francia, Italia, Marocco, Portogallo, Tunisia, Slovenia e Spagna – che compongono la sua rete.

Raffaele Biglia

Nella foto Jorge Carlos Fonseca

Su