Brescia, insieme per il sociale Spazio Donna, i Licei paritari Isaac Newtone e l’Associazione Amemos

Le due istituzioni bresciane annunciano la loro collaborazione, inaugurando al Carmine lo Spazio Donna del Comune, alla presenza del sindaco Emilio Del Bono e dell’assessore alle Pari Opportunità Roberta Morelli

I Licei Paritari Isaac Newton di Brescia, nel presentare la nuova iniziativa formativa Newton Academy e l’organizzazione di scambi culturali e scolastici con Singapore, già attiva dal 2010 e ribattezzata per l’occasione International Summer Camp, in collaborazione con l’Associazione Amemos Italia Onlus hanno annunciato oggi di aver avviato un programma di collaborazione che inizierà ufficialmente il prossimo 20 ottobre, con l’inaugurazione dei locali dello “Spazio Donna” in via Valerio Paitone 47 al Carmine, messi a disposizione per tale fine dal Comune di Brescia.

I responsabili delle due istituzioni hanno attentamente programmato questa iniziativa che ha l’obiettivo di fornire servizi di integrazione e assistenza alle donne che ne faranno richiesta attraverso i canali dell’assessorato alle pari opportunità di Brescia. Nello specifico, i Licei Paritari Isaac Newton, attraverso la modalità dell’alternanza scuola/lavoro si occuperanno di organizzare, gestire ed erogare corsi base di alfabetizzazione digitale e social attraverso alcuni studenti delle classi quarte e quinte che da due anni seguono un programma di formazione specifico che coinvolge materie quali sociologia, psicologia, antropologia, diritto e storytelling. Il particolare percorso, è stato coordinato e arricchito di insegnamenti e case history specifici sotto l’attenta regia di uno dei massimi esperti di strategia social della nostra città, Andrea Bosetti, fondatore e marketing manager di Cover Store, la catena retail con 120 store in Europa e anima del laboratorio di formazione avanzata e master Marketing Digital Mind.

In questa occasione, così smart & social, verrà anche presentato un nuovo progetto, NTV – Newton TV, una Web-Social TV che coinvolge gli studenti della scuola e quindi le donne dello Spazio Donna, arricchendo ulteriormente l’offerta formativa ed educativa.

Su