Arturo Vittorioso è il nuovo direttore creativo di Synapsy

Arriva da Wunderman, ha 40 anni ed esperienze di alto livello, anche internazionali
. «Ottima squadra e progetto innovativo: ci sono tutte le premesse per sognare in grande»

MILANO – È entrato ufficialmente in Synapsy il 15 marzo, assumendo l’incarico di direttore creativo esecutivo dell’agenzia milanese. Arturo Vittorioso ha 40 anni ed è nato a Napoli. La sua carriera professionale si è divisa tra Roma e Milano, con una parentesi importante a Bucarest.
In Synapsy arriva dopo l’esperienza all’interno di Wunderman agenzia del gruppo WPP.
L’ingresso di Vittorioso si inserisce nel piano di investimenti e assunzioni che il gruppo fondato da Davide Mazzucchelli (che oltre a Synapsy comprende Synapsy Mice) ha stabilito per il 2018.
«Eravamo alla ricerca di un direttore creativo esecutivo da qualche mese – spiega lo stesso Mazzucchelli –. Quando è sorta la possibilità di collaborare con Arturo, abbiamo subito premuto sull’acceleratore. Ora tocca a lui cercare di capire il più in fretta possibile cosa significhi lavorare in Synapsy, quali siano i nostri valori e obiettivi. Consideriamo da sempre l’integrazione tra eventi e pura comunicazione un punto strategico per la definizione di un’agenzia di comunicazione integrata».

Davide Mazzucchelli, in alto Arturo Vittorioso

Una nuova iniezione di energia e competenze per Synapsy che, dopo poco più di tre anni dalla sua nascita, si ritrova a misurarsi con una situazione particolarmente fluida al suo interno. Gli ottimi risultati raggiunti negli ultimi mesi e la crescita costante del fatturato hanno infatti richiesto un forte adeguamento dell’organico. Tanti nuovi ingressi, come quello di Vittorioso, e nessuna uscita. Una grande riorganizzazione in corso, dunque, necessaria a rendere Synapsy ancora più competitiva sui mercati di riferimento.

«Gli eventi sono un “touch point” importante e ancora più efficace se integrati nell’ambito del posizionamento di un brand. Comunicazione ed eventi, infatti, devono viaggiare su binari paralleli.

“La vera sfida è riuscire a creare un’agenzia con un pannello di servizi e di competenze diversi e completi». Queste le prime parole di Arturo Vittorioso da neo direttore creativo di Synapsy, che aggiunge: «Iniziare nuove avventure professionali è sempre stimolante. Synapsy è una realtà innovativa e in piena fase di sviluppo, il posto ideale per chi crede nel suo lavoro e non mette limiti alle proprie ambizioni. Non posso che essere contento di inserirmi in questa realtà, costruita con tanto sacrificio e impegno. In questi giorni ho avuto modo di conoscere i miei nuovi colleghi: ho trovato un gruppo di ottimi professionisti, pieni di entusiasmo e voglia di continuare a fare bene».


Nel passato professionale di Vittorioso ci sono nomi di agenzie importanti come Saatchi & Saatchi, J. Walter Thompson e Gruppo Roncaglia (dove si è occupato della direzione creativa su brand come Mercedes Benz e Smart, con un particolare focus sulla fase digital e social). E non sono mancate neppure esperienze imprenditoriali molto interessanti. Come quella di Isnt, ad esempio, un’agenzia di comunicazione fondata nel 2015 che dopo il brillante avvio è stata ceduta a una più grande realtà di settore. E prima ancora si può ricordare Carosello Lab, che Vittorioso ha guidato con successo dal 2008 al 2012 e che si è affermata sul mercato grazie alla capacità di cucire su misura del cliente i progetti, coniugando una fortissima capacità di analisi e ricerca alla creatività.
Le sue esperienze professionali l’hanno portato, nel corso degli anni, a ottenere numerosi riconoscimenti e premi, in Italia e all’estero. Tra questi: Cannes Lions, Eurobest, New York Festival, London Festival, Golden Drum e ADCI.

Vittorioso ha firmato inoltre progetti per brand come Adidas, Playstation, Fox, Nivea, Enel, P&G, Generali e da quest’anno è membro del consiglio ADCI Servizi (Art director club italiano) .

Su