Le Mormandate

L’invasione nel privato non ha limiti

L’invasione nel privato non ha limiti

L’invasione nella sfera privata non ha limiti. La Cassazione ha decretato che i due genitori “anziani” non possono, essendo loro anziani, e valutata la mamma narcisista, a differenza del papà, comprendere le esigenze di una bambina piccola. La quale  quindi è dichiarata adottabile. Suppongo da qualcuno in grado (secondo la Cassazione?) di comprenderne le esigenze.

Videogiochi e dipendenza dei giochi di ruolo

Il giusto ma inascoltato allarme per i danni della dipendenza dai videogiochi trascura quelli della dipendenza dai giochi di ruolo. Diffusa molto più di quanto si pensi, si prolunga dall’adolescenza fino all’età adulta. I giochi di ruolo: rappresentazioni cui si dedicano, sia online sia dal vivo, tantissime persone, giovani e sempre meno giovani, perché i

Immersione e identità

La mostra “Chagall” ancora in corso alla Permanente di Milano mi ha deluso. Chagall c’entra solo perchè vi si è ispirato l’autore del viaggio stramediale in cui deformazioni e atmosfere (interpretate dall’autore) si susseguono su muri pavimenti e soffitti, costringendo lo spettatore a vagare in spazi indefiniti. Dalla seconda sala non sai se stai camminando

La sparata della Deneuve non le fa onore, la molestia è una prepotenza, un’imposizione

Da tempo si susseguono denunce femminili più o meno tardive per molestie subite, che suscitano altrettante reazioni polemiche o solidali. Ed ecco arrivare da Catherine Deneuve una nota che rivendica il diritto maschile alle molestie. NB: molestie, non delicate avances o corteggiamenti! A seguito delle proteste, la bella si scusa ma ribadisce di rimanere dello

La vita non è fatta solo di guai, possiamo sorridere ed essere grati al destino

A volte sto in silenzio, perchè un senso di impotenza talora travolge anche me. La cronaca  ci sommerge di omi-suicidi, di ingiustizie palesi e incontestabili, di tragedie vicine e lontane che paiono un’anticipazione di eventi peggiori. Ci delude e scoraggia con gli esempi della confusione tra sottomissione e rispetto, che fanno capire che la logica 

Scuola, l’indottrinamento che imperversa dagli anni ’70

Dai seminari tenuti con insegnanti di varia provenienza ho dovuto comprendere che quasi tutti ritengono che: 1) Proporre lavori agli allievi che finiscono prima degli altri le consegne o imparano prima degli altri, quindi si annoiano alle ripetizioni, significhi mortificare gli altri. Quindi meglio che si annoino. 2) Lo scopo principale della scuola è ottenere

I talenti non misurabili, i talenti degli adulti

Mi sono ostinata per trent’anni e più a sucitare la consapevolezza dell’esistenza di bambini e adulti ad alto potenziale intellettivo, perlopiù non riconosciuti o ignorati dalle scuole e dalla società in generale. In ossequio all’infinita capacità umana di trasformare in negativo il positivo, vedo ora una dilagant etestomania. Per di più, vedo anche test fatti

Su