Ai piedi del Monte Faudo ancora in bella mostra la Chiesa rupestre di Santa Brigida

Con l’intento di valorizzare e far conoscere gli angoli più suggestivi del nostro Paese, siamo andati in provincia di Imperia, ai piedi del Monte Faudo, per scoprire la rupestre Cappella di Santa Brigida. Come riporta una antica incisione in caratteri gotici posta all’ingresso, la chiesa campestre fu costruita nel 1425, all’incrocio dei crinali di montagna e svolse per diversi secoli funzione di ostello e riparo per i viandanti e pellegrini. Secondo la tradizione, l’edificio religioso fu intitolato a Santa Brigida perchè nella notte del 31 agosto 1340 la Santa, nel suo viaggio verso Roma, passò da quelle parti e riuscì a sconfiggere le forze di Satana. La fantasia popolare vuole che proprio la notte del 31 agosto, sul passo dove sorge la cappella, si può incontrare il diavolo. Pare, persino, che nelle vicinanze della Chiesa vi sia una pietra con il profilo del ginocchio del diavolo, impresso durante la sua fuga da Santa Brigida.

Christian Flammia

Su