Agricoltura: confronto in Commissione sull’istituzione di un parco naturale all’interno del Parco Agricolo Sud Milano

Il delicato equilibrio tra la salvaguardia delle aree naturali e le esigenze delle attività produttive è stato oggi al centro delle audizioni che si sono svolte in Commissione Agricoltura, che ha recepito e ascoltato le preoccupazioni del Comune di Lacchiarella e delle associazioni agricole di categoria in merito all’istituzione di un parco naturale all’interno del Parco Agricolo Sud Milano.

Si è tratto di un utile momento di ascolto e di confronto con i territori e con chi produce sul territorio – ha dichiarato il presidente della Commissione Ruggero Invernizzi -. L’istituzione di un’area a parco naturale rappresenta una decisione importante che coinvolge ambiti delicati: la salvaguardia naturale, la tutela degli operatori, 27 Comuni. La Commissione proseguirà nel suo lavoro di ricercare e comporre una utile mediazione e conciliazione dei diversi interessi”.

Perplessità sono state espresse a nome dei territori da parte del Sindaco di Lacchiarella, Antonella Violi, e dai rappresentanti delle organizzazioni professionali agricole (erano presenti Confagricoltura Milano, Coldiretti Milano e Copagri Lombardia): la prossima istituzione del parco naturale nel territorio del Parco Agricolo Sud, porterà infatti a un aumento delle aree soggette a vincoli (da 5mila e 9mila ettari), limitando la superficie agricola utilizzabile.

Della vicenda si occuperà in Commissione il consigliere Franco Lucente, il quale si è impegnato ad analizzare la proposta di istituzione del parco naturale avanzata dalla Città metropolitana di Milano, “tenendo ben presente in ogni caso la necessità di tutelare in via prioritaria gli agricoltori e le attività agricole del Sud Milano, vero fiore all’occhiello del territorio”.

Particolare attenzione alla questione è stata sollecitata anche dal consigliere Nicola Di Marco.

Nella foto un momento dell’incontro: a sinistra il presidente Invernizzi

Su