“5 miglia da Milano”, la riqualificazione delle periferie parte dal teatro

Il primo giugno nel quartiere Quinto Romano di Milano si svolgerà la prima edizione del festival vincitore del Bando Periferie 2018 del Comune di Milano con spettacoli teatrali, musicali, performance artistiche e laboratori. Esibizione live del trombettista jazz Giovanni Falzone

Sabato primo giugno a Milano si terrà una lunga giornata di spettacoli teatrali, musicali e performance artistiche in mezzo alla natura per la prima edizione del festival “5 miglia da Milano: il paesaggio si fa palcoscenico”.

L’evento che si svolgerà nella periferia ovest della città, Quinto Romano, è il momento conclusivo del progetto “5 miglia da Milano”, vincitore del Bando alle Periferie 2018 indetto dal Comune di Milano. Per tutta la giornata, nel quartiere circondato dal parco di Trenno, dal Parco delle Cave e dal Boscoincittà si svolgeranno spettacoli (alcuni dei quali con la partecipazione di persone affette da Alzheimer), performance artistiche, laboratori, momenti di animazione, socialità e intrattenimento, dj set e molto altro.

La manifestazione (a ingresso libero e aperta a tutti i cittadini)  propone un progetto di rigenerazione urbana, sociale, creativa e responsabile che ha visto l’attivazione e la partecipazione delle associazioni presenti sul territorio, dei cittadini che lo abitano e dei servizi che vi sono insediati.

Capofila dell’iniziativa è l’associazione di promozione sociale Le Compagnie Malviste, che da oltre dieci anni diffonde pratiche di comunità e di teatro sociale con l’obiettivo di stimolare i rapporti tra le generazioni, la coesione e la mobilitazione sociale. Il progetto, che ha avuto il patrocinio del Comune di Milano e del Municipio 7, è nato in collaborazione con il team di architetti di ASISA (laboratorio sperimentale di interazione, creatività collettiva e socialità), il comitato di quartiere di Figino e la cooperativa edificatrice Ferruccio Degradi.

Alla presenza di Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del Comune di Milano, inoltre verrà svelato il Teatro Mobile, manufatto di design progettato dal pool di architetti che fanno capo ad ASISA e realizzato interamente a mano dagli abitanti del quartiere durante i workshop di falegnameria che si sono svolti nei mesi scorsi: un palcoscenico su ruote, che resterà in dotazione ai residenti di Quinto Romano anche dopo la conclusione del progetto e che diventerà la location di spettacoli, proiezioni, concerti e altre iniziative di comunità. Il trombettista jazz Giovanni Falzone, musicista di fama internazionale, delizierà gli spettatori con una breve performance musicale, durante la quale darà fiato alla tromba costruita dal maestro artigiano Flavio Campi, eccellenza locale riconosciuta in tutto il mondo.

Raffaele Biglia

Su